La religione nella cultura walser


Descrizione:

Una caratteristica della comunità walser è dato anche dalla religiosità. Un sentimento di fede molto forte, che ancora oggi ha un ruolo fondamentale nella piccola comunità. Un tempo nei comuni di Gressoney erano presenti solo alcune cappelle, mentre per la Messa e per ricevere i sacramenti i walser dovevano recarsi nel comune di Issime, dove però la lingua ufficiale, all’epoca, era il francese, sfavorendo la maggior parte dei gressonari. Quando aumentò la popolazione divenne necessario edificare un luogo di culto più accessibile e avere un prete che parlasse titsch o tedesco, per non ricorrere all’interprete durante la confessione. Dopo quasi un secolo, nel 1660, gli abitanti di Gressoney-Saint-Jean riuscirono ad ottenere dal vescovo di Aosta la prima parrocchia e il primo parroco gressonaro, Sebastiano Menabreaz. Nel 1671 nacque la parrocchia anche a Gressoney-La-Trinité e fino alla seconda metà del XIX secolo i parroci erano di origine gressonara.
Una particolarità della comunità walser si può notare anche nell’ubicazione del cimitero, che è situato all’interno del centro abitato. A Gressoney-La-Trinité è affiancato alla Chiesa, nella piazza principale del paese.


Data:
Periodo/Stile:
Curiosità:
Posizione:
Allegato:

Close Menu