B – I costumi


Descrizione:

Il costume oggi viene indossato nei giorni di festa o per raccontare le nostre tradizioni. Indossarlo ci fa sentire ancora più legati alla nostra comunità alle nostre tradizioni. Quasi tutte le bambine, le ragazze e le signore di cultura walser hanno un abito tradizionale, che però non comprano in negozio. Un tempo in ogni famiglia c’era qualcuno che sapeva cucire e poteva realizzare l’abito, ma oggi ad avere questa capacità c’è solo una persona. La signora Carla! È una sarta molto paziente, che cuce i vestiti per tutte le donne walser di Gressoney-La-Trinité, Gressoney-Saint-Jean e Issime! È tutto cucito a mano, nulla viene comprato in negozio. Dalla gonna alla camicia. Carla provvede a tutto!


B – Le parti del costume

Il costume tradizionale femminile è diviso in sei parti: la gonna, la camicetta, il grembiule, la pettorina, la giacca e la cuffia. Il costume piaceva molto anche alla regina Margherita di Savoia che, oltre ad essere rimasta affascinata dalla Valle ...



B -La gonna

La parte del costume che colpisce maggiormente, oltre alla cuffia dorata, è la gonna rossa. Un colore brillante, ma non tutte le sfumature di rosso sono uguali. Quello più scuro, che tende al violaceo, ha un significato ben preciso: il colore ci di...



B – La pettorina

La pettorina ha la base in velluto nero, impreziosito con fili metallici o in seta e paillettes di vari colori, difficilmente mancano i richiami dorati. Ogni donna sceglie il decoro che preferisce, ma la pettorina non è sempre stata così preziosa, ...



B – La camicetta

La camicia è bianca e anche in questo caso è la donna che indosserà l’abito a scegliere il modello e i pizzi. L’unico elemento comune è il colore....



B – Il grembiule

Il grembiule nero è un elemento aggiunto all’abito. Oggi l’abito tradizionale viene indossato solo nei giorni di festa, ma un tempo era utilizzato nella vita di tutti i giorni. Un tempo il grembiule serviva a non sporcare la gonna durante le att...



B – La cuffia

La cuffia è l’elemento più prezioso del costume tradizionale e rigorosamente realizzata a mano da Carla, la sarta della Valle del Lys. Dopo aver realizzato lo scheletro della raggera della dimensione desiderata, Carla inizia sapientemente ad intr...



B – La giacca

A completare l’abito una giacca nera attillata e corta, in panno o in velluto. Anche questa spesso impreziosita da ricami in oro scelti da chi indosserà l’abito....



Close Menu