B – Wongade (abitazione)


Descrizione:

Il “wongade” è l’abitazione-stalla. I miei antenati, ma anche i miei bisnonni, vivevano in case come questa, insieme agli animali. Tutti in una stanza? Sì, perché cercavano di sfruttare tutto il calore possibile, anche quello degli animali. Ti stai chiedendo se sentivano puzza, vero? L’ambiente era molto pulito, non si entrava mai in cucina e in camera da letto con le stesse scarpe che si utilizzavano nella stalla. Sicuramente l’odore degli animali si percepiva, ma facevano di tutto per tenere la casa pulita.


B – Credenza

Nel wongade, in ogni zona dedicata alla cucina, c’era una credenza in legno. In titsch la chiamiamo “de faslade”. Al suo interno ci sono piatti, mestoli, ciotole, bicchieri e tutto ciò che poteva essere utile in cucina. La maggior parte di que...



B – Bettfläscho

Non ci siamo sbagliati, non è una pentola. Questo oggetto non va in cucina, il suo posto è proprio il letto. È l’antenato della borsa dell’acqua calda, non è altro che uno scaldaletto. Prima di andare a dormire scaldavano l’acqua sulla stuf...



B – Brocche

In queste brocche facevano scaldare l’acqua o il latte, generalmente erano realizzate in metallo....



B – Cardalana, arcolaio, avvolgi lana

Con questi tre oggetti i miei antenati realizzavano i gomitoli di lana. Quasi tutte le famiglie avevano una o più pecore, che permettevano di avere sempre a disposizione della lana. Dopo aver tosato le pecore, la lana veniva lavata in acqua bollente...



B – Il tavolo

Se apparentemente può sembrare un semplice tavolo, in realtà non è così. Qui si faceva tutto, in quest’angolo della casa stavamo tutti insieme: le donne cucivano, tessevano, filavano la lana; gli uomini, invece, intagliavano il legno. La vita i...



B – Inginocchiatoio

In quasi tutte le case walser non poteva mancare l’angolo dedicato alla preghiera. Oltre ad immagini sacre o a quadretti votivi ricamati era presente un inginocchiatoio in legno. Qui le persone che vivevano nella casa si mettevano in ginocchio e pr...



B – Letto e culla

Hai notato che in questa casa ci sono solo un letto e una piccola culla? Non vivevano solo in tre (mamma, papà e figlio), ma il letto era unico, doveva bastare per tutti. In alcune case erano anche più corti di quello che vedi, perché non si dormi...



B – Macina caffè

Questi sono oggetti più moderni, un tempo non avevano le cialde per preparare il caffè. Il caffè veniva comprato in chicchi, macinato in casa in queste scatoline di legno. I chicchi venivano inseriti all’interno del coperchio in metallo e poi si...



B – Piatti, bicchieri, mestoli in legno

Sono tutti oggetti di uso quotidiano, gli stessi che usi tu tutti i giorni per mangiare, cambia solamente il materiale con cui sono realizzati. I walser avevano scelto di farli in legno d’acero. La scelta del legno è molto precisa, perché il legn...



B – Quadretto votivo

È un quadretto su cui era scritta una preghiera. In quello presente nell’ecomuseo c’è una preghiera in tedesco. Si tratta di una benedizione della casa. Recita così: (audio in tedesco). Traduzione: Dove c'è fede c'è amore Dove c'è amore c...



B – Sedia con buco

Un altro oggetto particolare è la sedia con il buco. Un tempo non avevano il bagno in casa e bisognava uscire, ma quando stavano male o erano troppo anziani per muoversi utilizzavano questa sedia e qualcuno della famiglia usciva per pulirla. Possiam...



B – Stufa in pietra ollare

La stufa, der ofòstei, che vedi è moderna rispetto a quelle che venivano utilizzate. Un tempo serviva per scaldare la stanza, ma soprattutto per cucinare e abbassare il livello di umidità. La presenza di animali all’interno della stanza rendeva ...



Close Menu